NEWS

 

 

 

 

 

maggio . 2012  | workshop DESIGN D’ ESSENZA . Milano

Si terrà dal 7 al 11 maggio al Politecnico di Milano, il workshop                       DESIGN D’ ESSENZA – product design per l’ abitare contemporaneo in semilavorati e masselli lignei.

partner  . DALLEGNO srl           

rappresentante  aziendale  . Turi Aquino

professoressa .  Marinella Ferrara

visiting professor .  Vincenzo Castellana


aprile . 2012  | incontro ADI sicilia al Salone del Mobile 2012

La delegazione ADI sicilia, in occasione del Salone del Mobile
ha organizzato un incontro volto ad approfondire riflessioni sul tema del design.

designinsicilia / messa a fuoco e prospettive

giovedì 19 aprile 2012
ore 14.15
presso
lo spazio ADI istituzionale all’ingresso dei padiglioni 16 / 20


Oltre al consiglio regionale

Vincenzo Castellana, presidente
Vanni Pasca, vice presidente e consulente scientifico
Marinella Ferrara, segretario
Agnese Giglia, consigliere
Gianni Di Matteo, consigliere

è prevista la presenza di

Giorgio Gervasi, Confindustria Palermo Federlegnoarredo
Andrea Bartoli, FARM CULTURAL PARK
Giovanni Chiaramonte, fotografo
Giorgio Tartaro, giornalista ed autore televisivo


aprile . 2012  | Pubblicazione su Casa mediterranea

La Maggioli editore, conosciuta per le numerose pubblicazioni di testi e software specialistici , ha pubblicato di recente il Cd-Rom La casa mediterranea di Barbara Del Corno, che fornisce una panoramica di architetture mediterranee, individuate perché sostenibili sia per i materiali utilizzati e che per le soluzioni tecniche adottate. Tra i progetti selezionati, gli unici scelti nell’ area Sicilia sono quelli realizzati dall’ architetto gelese Vincenzo Castellana, interessanti per i materiali utilizzati (pietra lavica, granito, acciaio, legno), per le superfici trasparenti e le loro schermature, per i colori impiegati.

“ I progetti dello studio Castellana,  spiega l’ autrice Barbara del Corno,  sono stati scelti per l’attenzione e l’originalità con cui risolvono la composizione volumetrica coniugandola con diversi materiali che si inseriscono armoniosamente nel contesto.  Anche negli spazi interni è molto interessante il modo in cui gli spazi dialogano sia in planimetria che in altezza, creando ambienti affascinanti e confortevoli.”

La sostenibilità ambientale nell’ ultimo decennio è stato al centro delle discussioni di progettisti ma anche dell’opinione pubblica. La sostenibilità intesa anche come utilizzo dei materiali naturali e autoctoni, come applicazione di soluzioni climatiche per garantire un determinato comfort climatico. I sistemi di ombreggiamento costituiscono un aspetto da non sottovalutare nelle zone mediterranee a causa del clima temperato. Questi elementi sono stati riscontrati nei lavori dello studio Castellana: i materiali di scarto riutilizzati, la parete ventilata, i rivestimenti con materiali naturali, le schermature delle vetrate con aggetti di volume, i pannelli solari.


Foto_invito

novembre . 2011 | mostra fotografica Immagino sia architettura

E’ dedicata ai lavori dello studio . castellana | architetti, la mostra fotografica “Immagino sia Architettura”, che è stata inaugurata giorno 22 dicembre 2011 presso la caffetteria Barocco a Gela, a cura degli architetti Nic Farnedi e Silvana Pellegrino Filorizzo. Il titolo rimanda al dibattito architettonico culturale nel panorama internazionale, alla sua storia, ai grandi filoni che la caratterizzano, e alle singole realtà urbane.

E’ possibile o necessario assegnare categorie alle forme architettoniche? Risulta operazione ardua per talune produzioni.

Il progetto assegna risposte all’ abitare individuale e comune, fa contesto nel contesto di origine come nei progetti dello studio Castellana. Essi appartengono a questa terra bagnata dal mare, contaminata dall’industria e costellata da tufo e da forati a vista. Questo legame è denunciato dall’uso frequente del ferro brunito dal sale o di quelle ringhiere che tanto ricordano l’ architettura navale. L’ essere architettonico viene decostruito nelle sue infinite parti, per imbattersi nel morfema basico che diviene ordine nel caos.

Una continua metamorfosi degli elementi: il top del bancone fuoriesce e diventa maniglia di una porta, la scala nel suo procedere si trasforma in piano da lavoro o in boiserie del soggiorno, gli interni si svelano in esterni.

Questa mostra fotografica vuole raccontare gli spazi progettati dall’ architetto Vincenzo Castellana che scoprono angoli vissuti, spazi familiari, abitudini quotidiane. Una poetica che mette a contatto elementi eterogenei e contrari, che rivela al tatto un’ esperienza di ruvido e di liscio, alla vista un’esperienza di pieno e, subito dopo, di vuoto. E ancora, di parti finite e di quelle lasciate incompiute.

Immaginiamo allora un’ Architettura che respira, senza l’obbrobrio delle tendenze della moda, dei finti rococò, dei mobili immobili. Immaginiamo un’ Architettura che svela l’ anima delle cose. A questo punto viene da interrogarsi sull’ essenza di ciò che è stato fatto. E mentre gli osservatori decidono la loro, noi immaginiamo … che sia ARCHITETTURA!

Silvana Pellegrino Filorizzo

luglio . 2011 |Enjoy Contemporary Sicily al FARM CULTURAL PARK

FARM CULTURAL PARK a Favara (AG) ospita nei suoi sette cortili, sabato 30 luglio 2011, l’ADI.

ore 18.00: visione portfolio artisti registrati ore 21.00: lecture ore 22.00: dibattito pubblico

Dal 1956 l’ADI riunisce progettisti, imprese, ricercatori, insegnanti, critici, giornalisti intorno ai temi del design: progetto, consumo, riciclo, formazione. E’ protagonista dello sviluppo del disegno industriale come fenomeno culturale ed economico. Per l’ADI il design è la progettazione culturalmente consapevole, l’interfaccia tra la domanda individuale e collettiva della società e l’offerta dei produttori. Interviene nella progettazione di prodotti, servizi, comunicazione visiva, imballaggio, architettura d’interni, e nella progettazione ambientale. Il design è un sistema che mette in rapporto la produzione con gli utenti occupandosi di ricerca, di innovazione e di ingegnerizzazione, per dare funzionalità, valore sociale, significato culturale ai beni e ai servizi distribuiti sul mercato.

ADI Sicilia è presieduta dall’Arch. Vincenzo Castellana.

luglio . 2011 | XXII Compasso d’Oro

Si è svolta il 12 luglio al MACRO di Roma, nella sede della Pelanda al Testaccio, la premiazione del Compasso d’Oro 2011: quest’anno sono stati premiati 19 designer e le imprese che con loro hanno realizzato i migliori prodotti del triennio 2008-2010. La giuria internazionale del XXII Compasso d’Oro, presieduta da Arturo Dell’Acqua Bellavitis, è composta da Chantal Clavier Hamaide, Umberto Croppi, Guto Indio Da Costa, Pierre Keller, Cecilie Manz, Clive Roux, Shiling Zheng. Alla premiazione intervengono, con la presidente nazionale di ADI Luisa Bocchietto, il presidente di Fondazione ADI Compasso d’Oro Giovanni Cutolo, Massimo Arlechino presidente di Fondazione Valore Italia (che organizza, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, gli eventi di Unicità d’Italia, di cui le manifestazioni del XXII Compasso d’Oro sono parte) e il presidente ADI Delegazione Sicilia Vincenzo Castellana.

luglio . 2011 | master “Out [of the] door”

Il master “Out [of the] door”, primo master in Sicilia in product design, è promosso da ABADIR, Accademia di Belle Arti di Catania, in collaborazione con l’ADI Sicilia per la specializzazione di professionisti nel design di arredi per gli esterni, sia pubblici (arredo urbano ecc.) sia privati (alberghi, residence, resort, stabilimenti balneari ecc.).

Il tema trainante del master è il design per l’outdoor. I partecipanti avranno il compito di progettare una nuova linea di prodotti per esterni in collaborazione con alcune fabbriche partner, di cui dovranno analizzare le potenzialità, le tecnologie a disposizione, l’identità visiva e successivamente progettare dei prodotti in linea con le esigenze di mercato e con le ambizioni produttive delle aziende. Dovranno sperimentare, innovare e sfidare i limiti imposti dalla situazione.

Obiettivo primario del master è di fornire agli studenti una preparazione concreta e un bagaglio di conoscenze utili per la futura attività lavorativa; le competenze acquisite verranno applicate attraverso una cooperazione con le aziende presenti nel territorio siciliano. Il TEAM è composto da: _ Architetto Vanni Pasca, Direttore del dipartimento di design di Abadir; _ Architetto e interior designer Massimo Tepedino, Direttore di Out [of the]door; _ Architetto e interior designer Vittorio Venezia, Direttore di Out [of the] door; _ Architetto e Presidente di ADI Sicilia Vincenzo Castellana, Docente di Progettazione Ambientale; _ Architetto e PhD in Disegno Industriale Cinzia Ferrara, Docente di Comunicazione visiva; _ Architetto e PhD in Design Marinella Ferrara, Docente di materiali e tecniche di lavorazione; _ Architetto Ivan Agnello; Laboratorio di modelli; _ Economista Giovanni Busetta; Docente di strategie corporative e project management.

Un fecondo incontro tra studenti e aziende: da un lato i futuri designers si scontreranno con tutte le fasi di produzione degli oggetti di design (dall’ideazione fino alla realizzazione), dall’altra le aziende avranno a disposizione nuove idee e progetti nel campo del design per gli esterni pubblici e privati. Una fusione tra mente e mano, una sorta di Bauhaus del XXI secolo che integrerà teoria, pratica e industria.

Silvana Pellegrino Filorizzo

http://outofthedoormaster.wordpress.com/

marzo . 2011 | Design.book – Leonardo canale 418 – Sky Italia

Giorgio TARTARO intervista Vincenzo CASTELLANA

In onda: Giovedì 10 Marzo 2011 20:00 Venerdì 11 Marzo 2011 13:00 Sabato 12 Marzo 2011 06:00

febbraio . 2010 | ADI Sicilia_FERRI DI RICHIAMO, incontri sul design in Sicilia

FERRI DI RICHIAMO Incontri sul design

1. TITO D’EMILIO . una vita nel design | colloquio con Vanni PASCA 19 febbraio 2010 ore 17.30 . presso sede ADI catania, largo paisiello, 8 . catania

2. NOORDA design . MOAK caffè . | incontro con l’azienda, Stefano Rivolta ed Ornella Noorda 26 marzo 2010 ore 17.00 . presso azienda Moak, zona industriale di Modica

3. NEW POP design . Branciforti . Di Gregorio | progetto, realizzazione, vendita 9 aprile 2010 ore 17.30 . presso Fornaci hoffmann Caltagirone

4. Giovanni LEVANTI . un design per Campeggi 26 maggio 2010 ( luogo da definire )

INTRODUZIONE

Nella storia isolana è indubbio che il design, inteso più largamente come cultura del progetto, ha dato vita, e continua a farlo, a episodi di grande qualità.

Tali dinamiche spesso, a causa di un insufficiente sistema di relazioni, non hanno avuto la giusta evidenza, non solo sul piano della visibilità nazionale ma, nella maggior parte dei casi, anche su quello regionale. Per questi motivi l ‘ADI Sicilia, costituita da poco meno di un anno, promuove l’iniziativa ” FERRI DI RICHIAMO”: una serie di incontri tesi a conoscere, valorizzare e riproporre valori storici, progettuali e produttivi della nostra regione: si tratta di quelle realtà storicizzate o contemporanee che, per produzione orientata alla qualità del progetto, hanno dimostrato di affermare la centralità del design.

Pertanto i FERRI DI RICHIAMO, che nella tradizione edile servivano a proseguire la costruzione nel tempo, in questa accezione serviranno a rafforzare quel processo di significazione che non sempre, in passato, ha reso riconoscibile la cultura della qualità produttiva in Sicilia.

– La divulgazione di episodi storici come quello di Ducrot e Basile, che in Europa costituì uno degli avamposti della produzione industriale di altissima qualità.

– La conoscenza approfondita di aziende come quella della famiglia AVERNA che fu tra le prime in Italia ad utilizzare la comunicazione televisiva per la propria promozione aziendale.

– Il fenomeno che negli ultimi venti anni ha visto l’affermazione dei vini siciliani nel mondo, per una nuova qualità enologica ma anche per capacità di comunicazione grafica, visiva, di progettazione di eventi.

– I racconti di designer siciliani che operano dentro o fuori i confini dell’isola.

Attraverso FERRI DI RICHIAMO, saranno questi e altri i tasselli che renderanno leggibile un panorama siciliano dove la cultura del design ha costituito, ma può costituire molto di più, valore significativo nella produzione.

GLI OBBIETTIVI, LE FINALITA’

La serie di questi incontri sul design in Sicilia si svilupperà principalmente su due percorsi. Da un lato, come prima accennavamo, delineare e palesare quell’ apparato conoscitivo intorno al progetto ed alla produzione che ha contraddistinto l’ identità isolana, dentro e fuori perimetro. Dall’ altro rafforzare, se non costruire, un apparato di relazioni e conoscenze che possa condurre alla costituzione di un vero sistema design in Sicilia. Progettisti, produttori, distributori e venditori costituiscono le maglie di questa rete: pertanto in questa esperienza verranno parimenti coinvolti.

ORGANIZZAZIONE, MODALITA’

Ogni negozio ospiterà a rotazione un singolo incontro. Un designer o uno storico potranno essere associati ad una azienda per raccontare insieme la propria esperienza.

Sono previsti dieci incontri in un periodo che và dal dicembre 2009 al dicembre 2010. Per marzo 2011 si organizzerà un convegno Internazionale che utilizzerà come sfondo tematico e di contenuti i dieci incontri già avvenuti.

L’ ADI Sicilia si prenderà cura: – della direzione scientifica dell’ intero progetto – del coordinamento generale – della segreteria organizzativa – del progetto di comunicazione – della promozione attraverso i propri canali regionali e nazionali

Nella realizzazione del progetto, di volta in volta un soggetto privato, avrà il ruolo: – di ospitare il singolo evento nei propri spazi – di sostenere le spese reali dell’evento

Il soggetto sostenitore più adatto alla circostanza è un NEGOZIO / VENDITORE che potrebbe a sua volta avvalersi della collaborazione o di un distributore o di una Azienda di produzione.

Vincenzo CASTELLANA, presidente ADI sicilia

maggio . 2009 | ADI day | Arte e Scuola a Confronto | IL DESIGN URBANO

Caltagirone: un convegno sul design urbano

Arte e scuola a confronto è una rassegna dedicata alle scuole d’arte e ai licei artistici della Sicilia: una vetrina d’arte contemporanea in cui ogni scuola presenta l’espressione delle proprie caratteristiche e il proprio percorso didattico.

La manifestazione, giunta alla terza edizione, è organizzata dall’Istituto Statale d’Arte per la Ceramica “Luigi Sturzo” di Caltagirone, insieme all’Ufficio Scolastico Provinciale di Catania e al Comune di Caltagirone.

Oltre a costituire per le scuole coinvolte “un qualificante fenomeno di immagine e di comunicazione sociale”, dichiara Rosario Branciforti, direttore dell’ISA, oggi insegnanti e studenti “possono vedere realizzata una vera e propria rete di collaborazioni”.

L’edizione di quest’anno prevede anche l’organizzazione di un convegno, dedicato al Design urbano. Oggetto d’uso fra tradizione e prospettiva futura, in cui vari interventi specialistici pongono le basi per l’operatività degli studenti: già dal prossimo settembre e per l’intero anno scolastico questi ultimi potranno sviluppare idee e proposte utili alla realizzazione di prodotti e manufatti messi a punto in un workshop-concorso i cui esiti saranno illustrati al prossimo appuntamento della manifestazione.

Al convegno intervengono, con la presidente nazionale ADI Luisa Bocchietto e con Vanni Pasca, presidente di ADI Sicilia, Vincenzo Castellana e Renato Marsala, rispettivamente vicepresidente e delegato alla Formazione della delegazione, che dà da quest’anno il suo patrocinio e la sua consulenza scientifica all’iniziativa.

Arte e scuola a confronto 22 e 23 maggioISA “Luigi Sturzo”via dei Greci 2, Caltagirone (Catania)

aprile . 2009 |  ADI nazionale | ADI Sicilia .Tito D’Emilio socio onorario ADI

Venerdì 24 aprile alle 11.30 presso la sede milanese dell’ADI, viene conferito il titolo di socio onorario, su segnalazione della delegazione ADI Sicilia, a Tito D’Emilio, Compasso d’Oro 2008 alla Carriera.

Questa la motivazione del premio:

«Autodidatta metodico e rigoroso, animato dalla passione per il bello e affascinato dall’innovazione, sin dalla fine degli anni sessanta ha saputo fare del suo negozio di Catania un punto di riferimento per il mercato italiano del design.»

«Il suo lavoro caparbio di mercante coraggioso e di divulgatore, portato avanti in condizioni geograficamente sfavorevoli, ha contribuito a far conoscere e apprezzare le migliori aziende e i migliori prodotti italiani e stranieri, assai prima che addivenissero alla notorietà.»

dicembre . 2009 | ADI_Sicilia

ADI     associazione per il disegno industriale delegazione territoriale SICILIA

Comunicato del 23 dicembre 2008

SI E’ COSTITUITA LA DELEGAZIONE TERRITORIALE ADI SICILIA

Nei giorni 18 e 19 dicembre 2008, in Palermo presso la Galleria di architettura, grafica e design EXPA ( Triennale di Milano OFF), si è tenuta un’assemblea generale dei soci siciliani, in seguito  alla quale si è formalmente costituita la Delegazione Siciliana dell’ADI.

L’Associazione per il Disegno Industriale, nata a Milano nel 1956, riunisce  progettisti, imprese, ricercatori, insegnanti, critici, giornalisti intorno ai temi del  design: progetto, consumo, riciclo, formazione….Il suo scopo è promuovere e contribuire ad  attuare, senza fini di lucro, le condizioni più appropriate per la progettazione di beni e servizi,  attraverso il dibattito culturale, l’intervento presso le istituzioni, la fornitura di servizi. Gestisce  inoltre il prestigioso premio Compasso d’Oro.

L’assemblea, dopo un costruttivo confronto, ha nominato all’unanimità i cinque membri del direttivo  regionale:

–    Vanni PASCA, presidente     ( Ordinario di Teorie e Storia del Disegno Industriale presso il Corso di Laurea in Disegno Industriale – Politecnico di Milano / Palermo / Domus Accademy / IULM e all’ISIA di Firenze)-    Vincenzo CASTELLANA, vicepresidente_coordinatore regionale ( Architetto designer / docente presso l’istituto d’arte di Caltagirone / nomination al compasso _ d’oro design index 2007)-    Marinella FERRARA , segretario tesoriere ( Ricercatrice presso la Facoltà di design a Palermo e Milano)-    Sandro GIACOMARRA, consigliere ( libero Professionista / responsabile della Comunicazione e delle attività Culturale presso il Comune di Palermo )-    Agnese GIGLIA, consigliere (architetto.designer freelance )

Il direttivo si impegnerà nella promozione di iniziative, che vedano coinvolti i soci ADI attuali e  futuri,  tese alla diffusione della cultura del design nelle sue varie declinazioni, e quindi alla migliore  comprensione del ruolo del design oggi per la valorizzazione delle risorse territoriali (produttive,  culturali, turistiche ecc.). Si intende, tra l’altro, operare per:-    Il monitoraggio e la tutela dei soggetti già operanti nel settore, anche per allargare la base operativa dell’ADI Sicilia. –    Il coinvolgimento dei soggetti pubblici consapevoli o potenzialmente necessari.-    La sensibilizzazione delle imprese private.-    La presa di contatto sia con le sedi universitarie che con le scuole e Istituti che esprimono o possono maturare attenzione al design. Tra le prime iniziative, l’ADI_Sicilia promuoverà una cerimonia per conferire un’onorificenza a Tito  D’ Emilio che lo scorso 25 aprile ha ricevuto il Compasso d’Oro alla Carriera. La Sicilia è una regione in movimento, se pur ricca di contraddizioni, e la delegazione siciliana  potrà assumere un importante ruolo per contribuire a sviluppare nell’isola un reale confronto con la  cultura e con la pratica del design.

IL DIRETTIVO

marzo . 2008 |  ADI design index_nomination compasso d’oro_sezione formazione e ricerca nel design

Il designer gelese Vincenzo Castellana ha ottenuto la nomination per il conferimento del XXI premio Compasso d’oro nell’ambito della categoria Ricerca e formazione nel design. La selezione è stata effettuata dall’ossevatorio permanente dell’Associazione per il disegno industriale di Milano. La ricerca di Castellana “LP – laboratorio permanente-design Orientity” sarà pubblicata nel volume “Adi Design Index 2007” che è stato presentato ufficialmente il 5 marzo scorso nella sede milanese del grattacielo Pirelli.  Le selezioni “Adi Design Index” sono state condotte con rigore metodologico e su esclusivi criteri di merito, grazie alle competenze del’Osservatorio Permanente del Design, composto da oltre 100 esperti, organizzati in commissioni. Con l’Adi Design Index 2007 si conclude la raccolta delle eccellenze 2005-2006-2007 che sarà successivamente affidata alla selezione della Giuria Internazionale per il conferimento del XXI Premio Compasso d’Oro Adi. I concorrenti premiati o segnalati nella XXI Edizione del Premio entreranno così a far parte della collezione storica Premio Compasso d’Oro, dichiarata “patrimonio nazionale di straordinario interesse artistico e storico” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.  L’architetto Castellana non è nuovo a esperienze di questo genere. Nel 1998 è stato selezionato dal “Designing Craft Europe” con l’oggetto Bidi-tribi, portavivande-portaoggetti in massello di faggio; nel giugno del 2001 con lo stesso oggetto è selezionato dal concorso “Sicilia Europa, prospettive del nuovo design”. E’ stato inoltre tra i vincitori dell’edizione 2004 di “Tipi italiani”, concorso per giovani designers, promosso dal portale http://www.design-italia. Attualmente alla guida dell’asociazione Aag (arti applicate del golfo), ha fondato la “Comunità del buon prodotto designOrientity” e recentemente è stato selezionato nelle iniziative di workshop promosse dalla Triennale di Milano “The new italian design”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...